Free Burma

54b386f2fb2fbc7e6ae7dc00a197a21f.jpgBLOG IN ROSSO – Intanto nel resto del mondo siti e blog si tingono di rosso, il colore delle veste dei monaci e in particolare del «sanghati» che contraddistingue i buddisti birmani. Anche Blogosfere, il più grande network italiano di blog professionali d’informazione con oltre 1.800mila lettori ogni mese, è sceso in campo a favore della libertà della Birmania invitando tutti i blogger italiani ad aderire alla campagna «Free Burma» e a manifestare contro gli avvenimenti di questi giorni.

Le immagini del fotografo ucciso http://www.youtube.com/watch?v=BUUQi1ooEAs&eurl

Documentario sulla Birmania  ( Arcoris tv) http://www.arcoiris.tv/modules.php?name=Unique&id=2590

Free Burmaultima modifica: 2007-09-28T15:25:00+00:00da ilparra
Reposta per primo quest’articolo

8 Comments

  1. Se ne parla ovunque della Birmania…. peccato che fino a dieci giorni fa giornali e tv la ignoravano completamente. E’ tutto controllato dalla Cina, se la Cina volesse il governo birmano dei militari cadrebbe in poco tempo.

  2. Guarda che ci sono interessi anche europei…. in particolare, pare di una notissima compagnia petrolifera francese…. come vedi ce n’è per tutti …. ciao!

  3. Vero: ce n’è per tutti, anche se la discriminante in quelle zone la fa senza dubbio la Cina. Credo non sia una gran scoperta.
    Sul commento al mio blog, indubbiamente il tempo ha la sua azione sull’umore, ma le gocce che spesso vedo riflesse nello specchio e che scendono copiose in qualunque stagione, non sono quelle della pioggia, credimi.
    Un saluto.
    Melania

  4. Finché web appare ancora libero è meglio sfruttare tutta la libertà che può rilasciare.

    ANch’io nel mio Giornale del Nuovo per un attimo ho messo da parte il punto focale del mio blog.
    Di fronte a queste cose non c’è che da fermarsi ed indignarsi

    Ciao

Comments are closed.