La nuova rivoluzione nel web: lo sbadiglio elettronico

76146179.jpgSono influenzato. Mi sono alzato fiacco come un cacciatorpediniere della seconda guerra mondiale l’ultimo giorno del conflitto. Attorno a me vedo solo tante macerie, tutti kleenex consumati nelle prime ore dell’alba, chiara, anche per tutto quel muco che ha tracimato dalle mie umili narici. Sono influenzato e qui mi ripeto, preceduto da una selva di sbadigli che tradiscono un sonno poco profittevole, così mi lascio cadere nel dubbio su quanti putrescenti bacilli del virus si saranno staccati dopo tutti questi contigui sbadigli. Chissà..   Avvolto in questa macrobiotica Domenica starnazzante kleenex sento il profittevole bisogno di condividere con te lettore questa mia sindrome influenzale, così passo in rassegna il mio quarto sbadiglio. Uno sbadiglio questa volta lento, pendente, per poi farsi dirompente, il labbro superiore si arriccia quasi sul baffo per poi ritornare redento sul natio labbro inferiore in un viaggio che pare quasi senza fine. Uno sguardo sovrano fuori dalla finestra ed ecco sopraggiungere il quinto sbadiglio, puntuale come un treno svizzero, circunnaviga l’oblio influenzale in un rapsodico e volumetrico raggio, uhauu….   per poi fare rientro in porto, proprio nel momento in cui forse si sta staccando dalla banchina il tuo primo sbadiglio. Dai… allora sono riuscito a farti sbadigliare? Uhauuu, non è difficile, anche le conchiglie prima o poi si aprono per far uscire il mollusco, non vorrai sentirti da meno,vogliamo produrci… e uno e due e tre, uhauuu. Sbadigliato? Ancora no? Insomma ti vuoi decidere a sbadigliare, sta per sopraggiungere il mio sesto sbadiglio e tu te ne stai ancora con le mani in mano? Per rendere ancora più mefistofelico questo post, sappi che in tutto questo tempo dopo ogni sbadiglio non ho mai messo la mano davanti la bocca, sarò almeno riuscito ad insufflarti parte della mia influenza via web? Se sì, sei pregato di fare altrettanto con altri lettori, ed è così che diamo ufficialmente il via alla virulenta catena degli sbadigli. Non sarò Bill Gates e nemmeno Larry Page e Sergey Brin, ma per dio, dopo Google e la posta elettronica sento di poter dire di aver creato qualcosa anch’io, lo sbadiglio elettronico. Sonni tranquilli a tutti e mi raccomando sbadigliate, sbadigliate…. Fatemi ricco, non solo di bacilli influenzali.

—————————————————————————-

Commenti solo nel guestbook

 

La nuova rivoluzione nel web: lo sbadiglio elettronicoultima modifica: 2008-12-07T12:57:00+00:00da ilparra
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento