La mafia dentro (4)

Ho sempre pensato che in fondo basterebbe rivoltare le banche come un calzino per scongelare i principali misteri che albergano nella nostra società. Lavorare all’interno di una banca vuole dire essere a contatto con voci e numeri e soprattutto con le persone che ne sono la loro fisiognomica espressione. Se lavori all’interno di una banca può capitarti di vedere facce strane, che si esprimono in modo sgrammaticato, venire ricevute con tutti gli onori. Ospiti riservati che accedono agli uffici nell’orario di pausa pranzo quando la maggior parte degli impiegati sono fuori ufficio, talvolta questi ospiti vestono abiti talari. Se lavori all’interno di una banca può capitare che la ditta che si occupa dell’allestimento delle filiali non è geograficamente affine alla territorialità della banca, ma è ubicata molto più a sud. Magari è una ditta che non ha un sito internet, una lista di clienti, ma possiede un cliente solo, quella banca. Se lavori all’interno di una banca ti può anche capitare di porti una semplice domanda, che ci faccio io qui?

 

La mafia dentro (4)ultima modifica: 2013-04-27T15:49:22+00:00da ilparra
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento