La storia quasi vera del dott. Bennistefano

un racconto del Parra Non è il caso di iniziare una storia con la parola vorrei, è un verbo declinato all’impotenza, è una manifestazione lapidaria di incanto per qualcosa che non si possiede, ma che si vorrebbe avere. Quindi non inizierò con la parola vorrei… ed ecco che l’ho ancora scritta, che diavolo! Scusate per …

More

Morte nell’ovetto di cioccolato

 un racconto del Parra  11 Ottobre 1978,la giornata stava per iniziare e nessuno aveva ancora avuto il coraggio di parlare con Matilde. Una bambina di 8 anni, Matilde, adorabile e graziosa, tenera quando voleva esserlo, cinica e determinata in altrettanti momenti. Si sa che i bambini hanno una grande fortuna, che è proprio quella di …

More

Una morte che sa di francese

 Un ( vecchio) racconto del Parra… che posto con un certo imbarazzo….. L’aveva ammazzata. Il problema  che aveva di fronte Filippo, era però come far firmare alla mamma il compito in classe di francese in cui aveva preso 4. Aveva ammazzato la sua insegnante di sostegno, un’anziana donna di 74 anni, ex professoressa di liceo, …

More

La dimensione dell’amante

Ho sempre ricordi molto nitidi di me stesso quando non sono vestito. Invece quando indosso qualcosa tendo a perdermi di vista, a confondermi, crescono i dubbi, come i fiori nei prati, ma ora la brutta stagione ha fatto dimenticare ai fiori di crescere, riaffiorano i dubbi, l’inverno che ho dentro è l’unico vestito che indosso …

More

Un vago insalubre sospetto

 Quindi tu scrivi? Quando capita, ti stupisce la cosa? Un pochino. Lo so non capita tutti i giorni di trovare uno scrittore che lavora per un’impresa di pulizie. Alessandro, sono io, bolognese di 43 anni, lei Anna, siciliana, nata a Catania, di 34 anni, carina. Di lei so solo queste cose, anzi l’età l’ho saputa …

More

L’angolo preferito

 un racconto del Parra: Sono entrato e lui era lì. Era come se mi stesse aspettando, era come se sapesse che un giorno o l’altro io sarei venuto ad abitare qui. Eppure giuro che non ne avevo parlato con nessuno, avevo semplicemente letto l’inserzione di un appartamento in vendita ed ero andato a vederlo. Avevo …

More

Nel porto di Milano

un racconto del Parra : Sventrato dal suono della radio, il risveglio sintonizza subito la coscienza con la realtà, sulla faccia, uno schiaffo d’acqua, griffata non si sa quanto dal cloro e via nel trambusto stradale lungo il cammino verso la metropolitana, fermata portuale Famagosta. I passi, nell’ammollo del cemento, lambiscono altrettanti passi, spaesati dall’ingordigia di …

More

Noir di fatica

 un racconto del Parra: Coi francesi che s’incazzano e i giornali che svolazzano…  “Bartali”                                                                                                                                          Paolo Conte   I raggi del sole amano sostare a lungo sulle intercapedini delle tapparelle in legno, ecco perchè con gli anni si increspano, come la pelle dei ciclisti dopo un tappone di montagna sotto un sole infuocato, così ogni …

More

Famagosta

un racconto del Parra:  Lo trovo scoraggiante! Chi non corre pensa, chi sta fermo è solo perché aspetta altre facce, chi sta    fermo e non aspetta altre facce, sono io. Sono quelle facce che la mattina uomini e donne si portano addosso alla fermata della metropolitana Famagosta. Nelle stazioni e aeroporti, l’unica fatica è portarsi …

More

Dovrebbe andare….

un racconto del Parra:       Piero guarda fuori dalla finestra. Il cielo grigio, le solite macchine parcheggiate in doppia fila, la bicicletta del postino vicino al gabbiotto della portineria, il solito via vai di gente, al bar “ L’antro del cigno”. Poco più lontano un parrucchiere sminuzza il cranio di un pensionato, in fondo …

More