EXTRATERRESTRE

 Humberto Garza Cañamar  ( poeta messicano ) Nací en 1948 en Montemorelos Nuevo León México. Grabación en MP3   Carmen Feito Maeso Como una viajera interplanetaria que no comprendía los gestos de alegría  o de enojo,  así eras tú. Con tus ojos mágicos y extraños me veías llorar y golpear la tierra, me veías rechinar los dientes …

More

Desiderata

  Va’ serenamente in mezzo al rumore e alla fretta e ricorda quanta pace ci puo’ essere nel silenzio. Finche’ e’ possibile senza doverti arrendere conserva i buoni rapporti con tutti. Di’ la tua verita’ con calma e chiarezza, e ascolta gli altri, anche il noioso e l’ignorante, anch’essi hanno una loro storia da raccontare. …

More

¿CÓMO ERA?

La puerta, franca.  Vino queda y suave. Ni materia ni espíritu. Traía una ligera inclinación de nave y una luz matinal de claro día. No era de ritmo, no era de armonía ni de color. El corazón la sabe, pero decir cómo era no podría porque no es forma, ni en la forma cabe. Lengua, …

More

L’avere

Resta, al sommo di tutto, questa capacità di tenerezza Questa perfetta intimità con il silenzio Resta questa voce intima che chiede perdono di tutto: – Pietà! perché essi non hanno colpa d’esser nati… Resta quest’antico rispetto per la notte, questo parlar fioco Questa mano che tasta prima di stringere, questo timore Di ferire toccando, questa …

More

Poesia di Octavio Paz

Dire:fare Tra ciò che vedo e dico, tra ciò che dico e taccio, tra ciò che taccio e sogno, tra ciò che sogno e scordo, la poesia. Scivola tra il sì e il no: dice ciò che taccio, tace ciò che dico, sogna ciò che scordo. Non è un dire: è un fare. È un …

More

PAUSA

Ogni tanto bisogna fare una pausa contemplarsi senza l’abitudine quotidiana esaminare il passato dato per dato tappa a tappa mattonella per mattonella e non piangersi le menzogne ma cantarsi le verità.  Mario Benedetti. traduzione di F. Guerrini Pausa De vez en cuando hay que hacer una pausa contemplarse a sí mismo sin la fruición cotidiana …

More

Due parole

Una poesia di Alfonsina Storni    Due parole Questa notte all’orecchio m’hai detto due parole. Due parole stanche d’esser dette. Parole cosi’ vecchie da esser nuove. Parole cosi’ dolci che la luna che andava trapelando dai rami mi si fermo’ alla bocca. Cosi’ dolci parole che una formica passa sul mio collo e non oso …

More