Un lungo cammino da Magritte a Jarman

Ho appuntato due nomi sul moleskine: Renè Magritte e Derek Jarman……    Due epigoni del surrealismo, Magritte attraverso la pittura e Jarman nel cinema e non solo, è stato scenografo scrittore, giardiniere…..

http://www.rci.rutgers.edu/~jmarcone/ Un tema chiave che si trova in quasi tutte le opere di Magritte è quello della “visione”. Secondo il pittore l’immagine è una cosa a sé, esiste indipendentemente dall’esistenza della cosa stessa che rappresenta. L’arte aveva preso visione del mondo e tradotto una verità nascosta, questo era il compito dell’artista, vedere al di là dell’apparenza.  it.wikipedia.org/wiki/René_Magritte – 36k

Derek Jarman

Derek Jarman

“Regista della libertà”, “sovversivo maestro dell’arte”, “pittore della cinepresa”, “poeta del cinema”, “santo” e “martire.

http://www.cineforum.bz.it/pellicola/archivio/registi/DerekJarman/

La famiglia

L’infanzia dura solo fino all’adolescenza: poi si ha tutta la vita per divertirsi a dipanare il danno. Vedere una famiglia felice è un’esperienza tra le più dolorose: a esse non può accadere nulla di buono. Ricordo con grande affetto il momento in cui, davanti al lavello della cucina, mia madre disse a mio padre: “Grazie al cielo i nostri figli non sono normali, sono talmente più interessanti dei loro amici”. ( Derek Jarman)

Mi piace immaginare bollire su un fuoco a legna tutto quel surrealismo, quella cultura dell’impossibile, in quei soggetti pittorici e cinematografici, magari…di Magritte e Jarman, lontani da un tempo, che più che vivere hanno forse voluto sfidare…..”soffocandolo” a quel nodo scorsoio delle loro idee……  

Un lungo cammino da Magritte a Jarmanultima modifica: 2007-09-03T19:40:00+02:00da ilparra
Reposta per primo quest’articolo

4 Comments

  1. L’arte è la rappresentazione della realtà vista con gli occhi dell’anima…
    Il surrealismo mi sembra un canale diretto sull’inconscio…

Comments are closed.