Una proposta indecente….

E fu così che io persi la “sua” verginità. (Mino Maccari)

 

Per te sono un ateo, ma per Dio sono una leale opposizione. (Woody Allen)

 

c994a1d3411503ffba0d1eb8770c4dab.jpg-In amore bisogna non avere scrupoli, non rispettare nessuno. Se occorre, essere capaci di andare a letto con la propria moglie. (Ennio Flaiano)

 

Un banchiere è uno che vi presta l’ombrello quando c’è il sole e lo rivuole indietro appena incomincia a piovere. (Mark Twain)

 

E’ sbagliato giudicare un uomo dalle persone che frequenta. Giuda, per esempio, aveva degli amici irreprensibili. (Marcello Marchesi)

 

 

Una di quelle domande ancestrali che mi pongo da sempre e anche da prima di quel sempre: perché dal parrucchiere non si trovano libri, e non parlo di Proust, ma raccolte di battute, racconti, aforismi…. No! Solo riviste gossippare, a volte ginecologiche a seconda del tabernacolo in cui ci si trova, oppure ci sono quotidiani sportivi o d’opinione….Già, perché dal parrucchiere si deve per forza parlare di calcio o di gnocca…. in ordine decrescente, come in televisione. Sarei disposto, malgrado la mia debordante pigrizia motoria, anche a scendere in piazza, organizzare dei tavoli e portare vettovaglie, magari a fare uno sciopero del taglio, darmi alla macchia o alla macchinetta, per poi raccogliere i ciuffi e spalmarli davanti alla vetrine dei coifferur. Molto meglio che lasciarli in eredita allo scarico della doccia, oltretutto servirebbero per una giusta causa, del resto i capelli sono anche dei piccoli “racconti” che ci portiamo in testa……

 

Una proposta indecente….ultima modifica: 2007-09-12T17:23:19+02:00da ilparra
Reposta per primo quest’articolo

7 Comments

  1. non posso nn commentare visto che sono parrucchiera..libri? oddio le donne tutto vogliono quando si fanno belle meno che leggere..parlano,sparlano,sanno tutto di tutti,c’è chi racconta di se,chi racconta dell’amica,chi ti confida cose intime 🙂 chi piange,chi ride….chi per sbaglio toglie maglia e rimane in reggiseno 🙂 giuro!!!!!! insomma ne vedi e ne senti di tutti i colori e poche hanno voglia di essere serie e fare discorsi seri…in poche parole vogliono rilassarsi e se è possibile riuscire a passare del tempo in armonia,quelle poche ore che dedicano a loro stesse!!!!! 🙂 capi’? bacio……..lu’

  2. ah… capisco che l’alveo dei negozi femminili è altra cosa…. la mia “proposta indecente” è solo per i parrucchieri da uomo. ciao

  3. Sarebbe bello ma purtroppo secondo me visto che questa è la società del mordi e fuggi trovare un libro o dal barbiere o dal parrucchiere o in qualsiasi sala di attesa depone subito negativamente .La prima espressione sarebbe… niente di meno questo ha messo i libri in sala di attesa? ma quanto tempo bisogna aspettare prima che arrivi il mio turno???
    Ciao Parra buona notte da Gabry

  4. Io ho optato per il taglio quasi totale da effettuarsi da solo con l’ausilio di una macchinetta, cosí il libro me lo leggo a casa.
    p.s. ma quanto scrivi? Non recupereró mai il tempo perso.

  5. Quando io da piccola frequentavo il parrucchiere da uomo (dove mia madre mi portava perchè diceva che i capelli vanno corti così si rinforzano…) c’erano dei calendarietti con foto di donne seminude. E mi ritorna in mente che erano profumati di talco…….azz…..ma quanto cacchio sono vecchia……;-)). Questo per dire che allora guardavano solo le figure. Forse oggi leggono pure qualche riga…un minimo di avanzamento c’è stato, no? 😉

  6. Il tuo pensiero è legittimo, ma temo che i frequentatori abituali di certi tabernacoli non apprezzerebbero… e’ un dato di fatto che gli amanti delle buone letture siano una netta minoranza… tornando al discorso della pubblicità hai mai visto uno spot che presenti un libro? (non parliamo delle collane di classici che escono settimanalmente che poi alla fine ti costano come un attico in centro a Milano pur essendo rilegate con la carta stagnola)

Comments are closed.