La Repubblica

8171af7fea2d08bbd1a8a3a32e90ea6b.jpgLeggo “ La Repubblica ” da molto tempo, la trovavo in casa già nei primi anni ottanta, per opera di mio padre, il quale era stato per decenni un fervido lettore del Corriere della Sera prima di passare al quotidiano romano. Leggevo solo le notizie sportive, gli articoli di Gianni Brera, di cui in casa sentivo parlare un gran bene, Oliviero Beha, poi Sconcerti, Fossati. Crescendo sono passato alla pagina degli spettacoli, fermandomi lì per qualche anno, quindi la cronaca, la cultura, la politica, infine la prima pagina. Ho sempre conservato l’abitudine di leggere i quotidiani alla rovescia, dal fondo, risalendo via via fino alla prima pagina, proprio per quell’atavica abitudine nata da ragazzino. In questi giorni La Repubblica , come i suoi lettori sanno, ha operato un restyling nella composizione delle pagine, direte voi, chi se ne frega… ma per me tutto questo è stato uno schiaffo! Compare sopra al nome della testata l’algida sigla R2 ad indicare la novità, ci sono più articoli, forse anche più pagine. Dopo lo sport c’è l’economia invece che gli spettacoli, obbligandomi ad un salto a ritroso alla ricerca di quello che abitualmente trovavo subito. E poi questo consistente fogliame, non riuscirei mai a leggere tutto, ci vorrebbe una giornata di almeno 30 ore per poterlo fare. Si parla di ecologia, dei danni causati dalla deforestazione all’ecoistema e poi aumentano le pagine del giornale, la trovo un’evidente contraddizione. Capisco che nei giornali si stia operando una lenta ed inevitabile trasformazione, gli articoli di approfondimento stanno soppiantando la cronaca, vista la crescente concorrenza della rete, che aggiorna le notizie al minuto, ma questa pantagruelica foliazione mi sembra quasi un gesto di resa piuttosto che un’alternativa alla rete….

La Repubblicaultima modifica: 2007-09-21T17:17:52+02:00da ilparra
Reposta per primo quest’articolo

7 Comments

  1. Ti ringrazio per la visita e per il commento, ma perchè dici che l’nvidia gira a mille?
    IO non sono invidiabile, credimi.
    Spero di aggiungerti rpesto tra gli amici con cui dialogo.
    Ciao
    Francesco

  2. io ho smesso di comprarla da tempo, non per altro, fra i tanti giornali è il meno peggio, solo che di economia sono abbastanza scarsi…

    ciao
    albe

  3. Ovviamente non l’ho ancora vista, ma sono d’accordo sul fatto che troppe pagine siano uno spreco ingiustificato. Anch’io leggo da sempre il giornale al contrario…

Comments are closed.