Con l’aria che tira….

La prima risata di giornata si è concretata questa mattina poco dopo le sette e mezza. Mentre la mia dolce metà sgasava sulla tastiera le sue prime pulsioni tattili di giornata, io cercavo di “confezionare” un caffè con la vecchia e limacciosa moka, se veniste a casa mia vi farebbe orrore anche solo guardarla, eppure vi assicuro che sputa un caffè nero fantastico. Ebbene, dal ventre caldo del soggiorno, mentre il caffè cominciava a gorgheggiare, mi arriva la notizia tratta dalla rete che la Triennale di Milano, in persona del suo direttore, ha scelto per un importante incarico promozionale Lapo Elkann. Non è tanto questa la notizia che mi ha ingentilito il sorriso, quanto le additate motivazioni, “ Uno che annusa l’arte”, pare scritta per un monologo comico, in realtà è stata pronunciata, a detta dei giornali, proprio dal direttore della Triennale. Ora, si tratta di una gaffe memorabile o è semplicemente un’abile “tracciato” del marketing? Lascio ad altri decidere, io mi tengo il mio primo sorriso mattiniero.

…..Non so voi, ma ho un certo disagio ogni volta che sento parlare di fiction, figurarsi, mia madre la chiama fiscion…. Lei pende ancora dalle labbra delle annuciatrici anni 70, 80, quindi labbra naturali, che presentavano queste serie come semplici sceneggiati…. La fiction in questione, “ Il capo dei capi” ( Taodue) devo dire che è in assoluta controtendenza, ho perso le prime due puntate, proprio per quel disgusto ancestrale verso i prodotti seriali, ma in tutta franchezza questa fiction la trovo assolutamente ben fatta, soprattutto splendidamente raccontata, l’attore che interpreta Toto Riina, Claudio Gioè, è molto convincente nel ruolo, impressionante. Mi ha confortato l’opinione di Lirio Abbate ( autore del libro “I complici”) giornalista dell’Ansa, che vive sotto scorta per le minacce ricevute da Cosa Nostra. Poi c’è stato l’intervento del Ministro della Giustizia, il quale intende bloccarne la programmazione per ragioni ….. che trovate scritte un po’ ovunque e lascio al buon senso di tutti esprimere un’opinione, tanto per annusare tutta questa cattiva aria non è necessario lavorare per la Triennale.

Taodue: http://www.taodue.it/index.htm

Quotidiano Net: http://qn.quotidiano.net/2007/11/26/49303-mastella_contro_fiction_capo_capi.shtml

Forum Panorama: http://forum.panorama.it/viewtopic.php?id=4006

Con l’aria che tira….ultima modifica: 2007-11-28T19:45:00+01:00da ilparra
Reposta per primo quest’articolo

18 Comments

  1. sono d’accordo con te, è una serie televisiva fatta molto bene, non osa pensare che venga tolta dalla programmazione, mi stupisce solo che sia canale5 a mandarla in onda. su Lapo che cosa ti posso dire, credo che è stata un’incredibile gaffe, veramente pazzesca. in italia come vedi non è difficile far ridere.

  2. dunque non ho mai visto la fiscion!!. ma ho letto ora (sono sempre in ritardo) la notizia del tipo che annusa l’arte e devo dire che ho riso a crepapelle!!!
    la vita a volte è ben strana ….. annusi un po’ di questo, un po’ di quello e poi scoprono che annusavi l’arte!!! :)))))
    chicca

  3. “Uno che annusa l’arte” credo sia stato fatto di proposito, per operazioni di marketing, non oso pensare che sia stato fatto tanto “ingenuamente”, con quei volponi li, figuriamoci…Le fiction, invece, le vedo poco anche io, non riesco a seguire le cose a puntate, raramente lo faccio. Mi ha colpita però l’amaro sfogo di Bebbe Fiorello che doveva andare in onda martedi con una fiction, appunto, che raccontava la storia vera di una ragazza uccisa e dei colpevoli dichiarati “innocenti” e fuori di galera, di mafia e di un magistrato….insomma, annullata da un momento all’altro. E stiamo in Italia, e fortuna….Sera carissimo, Ros

  4. A me più che ridere mi vien da piangere…ma come ci siamo ridotti così?
    Abbiamo un guardasigilli che più che salvaguardare la giustizia salvaguarda i propri interessi e quelli dei mafiosi.
    Mentre il cavaliere tenta approcci a sinistra…
    A zio Paperone la politica è il miglior rifugio per la sua cassaforte e, certo di poter comprare ogni cosa, comprese le coscienze, spudoratamente continua a farlo, a destra al centro, ovunque…
    E pare che ciascuno abbia il suo prezzo.
    Grazie, di essere passato da me, mi fa sempre molto piacere.
    cri

  5. Annusare per annusare, se l’arte è “quella” preferisco di gran lunga il profumo della tua moka. Anzi ti dirò, mi è piaciuto molto il quadretto: la tua metà sulla tastiera, tu che sorridi di quella più o meno voluta gaffe e l’odore del caffè che si spande per casa…sì, mi piace.

Lascia un commento