Rossi orizzonti

Il blog di Milvia “Rossi Orizzonti” http://rossiorizzonti.splinder.com/ ospita  un mio racconto “Ciò che resta” . Imperdibile un video in coda al racconto con musica di Benny Goodman – All the Cats Join In (1946) disney. http://www.youtube.com/watch?v=QFJjbIPqDUg    

Niente e come… Frankenstein

E’ un post che esce in automatico, MyBlog lo “sputerà” fuori nella tarda mattinata di domani, non lontano dal mezzogiorno, dai primi rantoli della fame, magari nel cuore di qualche accidente di giornata, in mezzo a qualche rancorosa discussione o nella più vacua tranquillità. Uscirà con la luce ma è stato scritto nel buio della …

More

No falta nada

Cuando no ocurre nada es que ya ha ocurrido todo… estoy convencido. Ahora ya las expectativas conviven en el aire, todos nos esperamos algo de un momento a otro, siempre tiene que ocurrir algo inesperado, algo que desvíe nuestra atención de nosotros mismos. Es por ésto que siempre miramos el buzón, el reloj en todas …

More

Lavaggio Pop….

Entrare in una lavanderia è un po’ come andare da un redentore dei tuoi peccati “macchiettistici”, non che la lavanderia sia in grado di purificarti l’anima, non ancora almeno, ma la camicia, bè quella sì che deve essere ripulita dai suoi peccati… La mia è una di quelle lavanderie proletarie di lavaggio automatico a secco …

More

Due storie per una realtà

Lunedì sera ad Exit su La7 si discuteva di Università, ospiti il ministro Mussi, un rettore di un’importante ateneo romano, il direttore del Messaggero e tanti, tantissimi studenti, tenuti un po’ troppo in silenzio. Niente di nuovo… i consueti servizi che documentano i mali atavici delle Università italiane, il ministro che cerca di parare i …

More

I nuovi mostri

Le nostre giornate ci sventagliano, nostro malgrado, davanti agli occhi un’infinità di cose, belle, brutte, abominevoli, celestiali, sublimi, disgustose, reiette, e tutte queste visioni scatenano dentro uno tzunami di aggettivi, un magma lavico di suppellettili grammaticali che si agitano nel variopinto mondo dei nostri pensieri… volevo puntare il periscopio su uno di questi, l’aggettivo “mostruoso”. …

More

L’arte che non vuole più piacere

L’arte come sublimazione dell’eccesso, come catartica miscela esplosiva, fuori da ogni bussola orientativa, l’arte di Hermann Nitsch ribolle in tutti e cinque i sensi, sprofonda nella sacralità di questa Domenica, ne carpisce l’ugola e la spiattella sulla tela nella sua componente più organica. La sua è l’arte dell’eccesso, non fatta per piacere, trivella la provocazione …

More

Come mi vuoi…

Ed eccomi galleggiare in questo Sabato mattina, nell’aria la dannazione di dover andare al supermercato a fare la spesa, imbattermi nelle solite file indiane alle pendici delle casse, quell’intricato parcheggio, i famigerati sacchetti…con in testa una domanda: Come mi vuoi? Succede di svegliarsi con delle domande ancestrali davanti agli occhi che ti accompagnano fino a …

More

Venerdì in noir

Venerdì nero quello di oggi e non solo perché questa sera ho da affrontare una cena particolarmente sgradita, Venerdì nero per il Governo dopo lo strappo di Mastella, Venerdì nero per i trasporti, fermi aerei, treni, metropolitane e mezzi di superficie, a girare sono solo i maroni…. solo che non vanno molto lontano. Meglio sgranocchiarsi …

More

Tac…

Hay una gran pineda donde cada 12 o 15 minutos se oye caer una piña de los árboles. No bromeo… existe de verdad. Estuve hace poco. Miras el reloj y te das cuenta de que desde el ruido de la caida anterior han pasado 12 o 15 minutos. Es un ruido reconocible…tac… que se expande …

More