Slow Phon….

98bdccf44336424586855aa8cde91e29.jpgSono cresciuto cullato dal riso in bianco, blandito dalla cotoletta alla milanese e dal vitello tonnato, i miei orizzonti temporali finivano alle patate fritte, le mie proverbiali colonne d’Ercole….non osavo spingermi oltre. Non avere altri dei all’infuori di noi parevano dirmi queste pietanze… ed io obbedivo. Non accettavo di vedere altro nel mio piatto, pochissime deroghe, e sempre per non prendere ceffoni, del resto sono cresciuto negli anni settanta, anni di piombo… non solo nelle tipografie. Se mi avessero detto che negli anni 2000 passavo parte del mio tempo a leggere il sito di Slow-Food, come minimo avrei avuto un sobbalzo sulla sedia in frassino della mia cameretta. Invece sono un umile discepolo di Carlo Petrini e di Slow-Food, della sua filosofia del mangiare lentamente, mangiare sano…. per un cibo buono, pulito e giusto. Con un colpo di testa, a cui spesso segue un colpo di tosse ho pensato di affrancargli anche lo “Slow-Phon”, racchiude la filosofia del volersi asciugare i capelli più lentamente. Oramai ci sono apparecchi che sputano un getto d’aria calda che fa invidia alla corrente del Golfo, che cosa ne è dei nostri capelli…. mandati per così dire all’aria? Non è forse meglio riscoprire quel soffio leggero di aria calda dei vecchi phon, che non mandano in “sollucchero” la pettinatura, rischiando talvolta l’abrasione cutanea del cranio e di qualche pensiero che per sua disgrazia si trovava a passare da quelle parti? Quindi da oggi voglio battezzare la nascita di Slow-Phon, se non vogliamo farlo per noi… facciamolo almeno per i nostri capelli di domani!

http://www.slowfood.it/

Recensione di “Non sono solo” commedia per il web-teatro anche sul blog di Cristiana:  http://enjambement.myblog.it/archive/2007/12/05/non-sono-solo-di-gianluca-parravicini.html

Ringrazio anche  notturna  per la recensione su lulu

Introduzione al web teatro: ” Non sono solo” ( clicca su continua)

 web-teatro

Non sono solo

82c89d1b33f6ce3d13f28d595c238a9b.jpg(Buio in sala, silenzio… poi un occhio di bue illumina il palco, si vedono quattro persone sedute intorno a un tavolo, hanno età differenti 91,61,25,11anni, nell‘angolo più buio una carrozzina).

61 anni: Stavo pensando a qualcosa, ma non mi ricordo cosa, ah… già alla mia prostata.
25 anni: Stai invecchiando caro mio e poi non lo sai che la vita dura più da morto che da vivo!
61 anni: Infradito o infrauomo, sei tu che hai parlato? Non invidio te, figurati le ciabatte infradito che indossi, non deve essere facile tenere a bada uno come il tuo alluce, oggi voi giovani siete tutti “infra” o “info” qualcosa, mi sa che non avete le idee molto chiare. Vita bassa e tu che fai nella vita, oltre che fare finta di perdere i pantaloni?
25 anni: Sto facendo un corso per imparare a fare il dj.
61 anni: Adesso per imparare a mettere su i dischi occorre fare un corso.
25 anni: Già, perché tu per imparare a invecchiare non fai nessun corso? Vedi che sei vecchio, fare il dj è un’arte, c’è da studiare, occorre conoscere la musica, la psicologia, la gente che ti sta intorno, bisogna imparare a sentire le cose, e soprattutto bisogna imparare a saper leggere le atmosfere.
61 anni: Leggere le atmosfere, ma per favore, i troppi zeri degli anni 2000 vi hanno dato alla testa. Fare il pittore cos’è un mestiere? Se Leonardo avesse imparato a fare il dj, “L’ultima Cena” sarebbe ancora nella classifica dell’hit parade dopo Vasco Rossi. Se Galileo non fosse nato penseremmo ancora che gli ascensori sono fermi e sono i piani che si muovono.
25 anni: Guarda che oggi anche i ragni dipingono le loro ragnatele sul soffitto nella speranza di poterle esporre alla Triennale e poi a fare il pittore non si campa se non sei un top.
61 anni: Per questo è un’arte, poi che vuol dire un pittore al top! Voi giovani volete tutto subito da questa società delle rate.
11 anni: Io non voglio tutto subito, sono disposto ad aspettare il telefonino almeno fino a Natale.
91 anni: Bravo figliolo, la pazienza allunga la vita e soprattutto fa risparmiare sulle ricariche.
25 anni: Perché non si può provare ad avere tutto subito, se rende bene.
91 anni: Lascialo stare è ancora così giovane e pieno di vita.
61 anni: Già, bisognerebbe fargliene uscire un pochino.
25 anni: Grazie, almeno tu mi capisci.
61 anni: Dovresti metterti a studiare e laurearti.
25 anni: No, non fa per me e poi oggi una laurea non la si nega a nessuno.
61 anni: Allora perché non ti sei laureato?
25 anni: Ho voluto incominciare a fare delle rinunce, del resto, dalla vita, tu mi insegni, non si può volere tutto.
91 anni: Anch’io a scuola non ero un granché, ho sempre sofferto di stitichezza mentale, adesso le cose sono un po’ migliorate, soffro solo di stitichezza. A proposito qualcuno mi potrebbe prestare la macchina questa sera?
61 anni: Che altro vorresti fare oltre il dj, voglio dire se dovesse andarti male, non è che io te lo auguri per carità, che cosa pensi di fare?
25 anni: Secondo me, 61 tu sei solo invidioso, forse anche perché non hai avuto figli…
61 anni: Adesso che c’entra il fatto che io e mia moglie siamo una coppia senza figli?
25 anni: Ma siete una coppia felice?
61 anni: Non è che ci ammazziamo dalle risate, qualche volta ho anche pensato di ammazzarla, ma siamo una coppia e questo per una coppia è già importante essere una coppia e soprattutto senza l’aiuto del cattolicesimo, noi preferiamo fare da soli.

Per chi volesse proseguire:

La commedia si scarica gratuitamente in Download su lulu……    (7 pagine)

basta digitare: http://www.lulu.com/content/1592043

 

 

Slow Phon….ultima modifica: 2007-12-04T16:50:00+01:00da ilparra
Reposta per primo quest’articolo

31 Comments

  1. Oltre a donare i miei capelli in beneficenza al mio cuscino ed al pavimento, sono dotato di leggera ustione da phon (uno di quei malefici phon con la retina metallica in rileivo sul diffusore) sullo zigomo….
    Ps leggo solo libri di storia, ma cosa mi consiglieresti di Chandler??? (sono un ex lettore di King, Marquez, Fenoglio e Levi)

  2. Letto e recensito su Lulù 🙂 Per quanto riguarda il cibo, tempo fa alla radio Luciana Littizzetto ha detto che uno dei trucchi per tenersi stretto un uomo è quello di cucinargli almeno una volta alla settimana la cotoletta alla milanese… pare che gli uomini ne vadano pazzi 🙂

  3. @ Notturna: Ti ringrazio “tanto, tanto, tanto” per la recensione delle commedia……. Quanto al consiglio dato dalla Littizzetto…. nel mio caso la pazzia potrei raggiungerla per un branzino, possibilmente in un ristorantino sul mare.
    @ma.ni: lo so, lo so, visto dove ti trovi mi sarei stupito del contrario, guarda che ho sempre enormi difficoltà a postarti, per raggiungerti ho anche chiesto il contributo di Niki. Ti rinnovo il grande in bocca al lupo per il nuovo lavoro…. il costo di una cena a base di pesce in Costa Rica?

    ciao a tutti buono shampoo a tutti e mi raccomando slow-phon

  4. Niki mi ha girato la tua richiesta. Non ti appare la mia e-mail che lascio nei commenti?
    In ogni caso te la metto qui: romanike@hotmail.com. Non capisco come mai il mio blog ti abbia messo arbitrariamente tra gli spammer.
    Crepi il lupo…Un pasto a base di pesce si aggira sui trenta dollari, quaranta se ci metti l’aragosta, in euro un antipasto ed un aperitivo a Milano. Ciao.

  5. Eh, mi sa che io ho il phon modello corrente del golfo… la corrente calda generata è così forte che i miei capelli ci mettono circa 8 secondi ad asciugarsi…. forse che non faccia bene??

    Hai detto bene… mi sono costruito tante volte il mio tempo interiore… ma ogni tanto (spesso) qualcosa fa sballare i miei orologi.. e devo ricominciare con una nuova unità di misura temporale.

    nice day
    Daniel

  6. Non è apparso il link nel post precendete. Ogni tanto capita.
    in ogni caso per rendere più semplice l’operazione di lettura della recensione ai tuoi estimatori ti rinvio questo post nella speranza che funzioni. Se ciò non dovesse essere, cestinalo pure.
    Cristiana (criscir
    http:/enjambement.myblog.it

  7. Buenas tardes Il Parra,

    Como ves te visito. Me parece muy interesante este tipo de blogs billingues entre países vecinos y latinos. Lamentablemente, por lo que veo no se animan muchos hispanoparlantes. ¡Lástima! Tiempo al tiempo. Mi blog versa solo sobre suelos y medoio ambiente (con algo de filosofía de la ciencia), por lo que no sé si nos cruzaremos muy amenudo. Viajaba entre dos y cuatro veces al año por la Lombardía por motivo de trabajo en Varesse (Joint Reserach Center Ispra). Pero he abandonado el cargo como representante de España. Ya que cada vez había más política y menos ciencia.

    Mucha suerte con tu experiencia.

    Cordiales saludos
    Juan José Ibáñez

    http://weblogs.madrimasd.org/universo/

Lascia un commento