Il Natale di chi ha un bisogno…..

eac7d6a32f3c12d392bb1b437dca2ead.jpgIeri, nella tarda serata mi sono fermato a fare benzina in un piccolo distributore sull’autostrada. Lo so, dovrei parlare del Natale, dei suoi colori, dei suoi variopinti sapori….beh… in qualche modo ne parlo, a modo mio…. Erano circa le dieci e mezza, reduci da un convivio familiare si tornava all’ovile domestico, poi, si sa, il freddo causa di suo una di quelle inequivocabili necessità, la pipì. Qualche chilometro ci separava dall’Autogrill e la situazione cominciava a farsi impellente, ora, non dirò quali sono le strategie demiurgiche che solitamente metto in atto per “smussare” l’impellente bisognino…. ognuno ha le sue applicazioni cristiane e pagane, io appoggio le seconde. Finalmente, giunti al distributore mi precipito nel piccolo spaccio McDonald’s e cerco il cartello Toilette, scendo rapidamente una rampa di scale e via nel bagno. Al primo colpo d’occhio noto i due orinatoi fuori uso, sono avvolti in un cellophane nero dell’immondizia, ho un brutto presentimento, ci sono due porte dei servizi, la prima, quella per gli invalidi, è bloccata e dalla seconda si avverte la presenza di una persona che fa del suo…. Pensavo di aver risolto la questione, invece tutto d’un tratto la faccenda si era fatta preoccupante, la prima sfiga natalizia della mia storia. Non sapevo come uscirne fuori, soprattutto non sapevo dove farla uscire fuori…. Ora sorrido, ma ieri l’ho vista brutta. Non sapevo nemmeno in che condizione avrei trovato l’unico bagno disponibile, e tutto quel tempo speso da quel tizio non lasciava presagire nulla di buono al mio fiuto. Sapevo di avere solo due strade, il bagno delle donne, oppure…. ho infilato i guanti che avevo in tasca, mi sono fatto coraggio, ho spostato il cellophane dall’orinatoio e…. socchiuso gli occhi, giusto quel tanto che mi consentisse di portare a termine la faccenda, ho espletato. Che dire…. sicuramente ho pregiudicato ulteriormente le condizioni di quel sanitario, ma d’altro canto che altro potevo fare? L’ho nuovamente ricoperto con il cellophane e quatto quatto sono filato via, mentre quel qualcuno era ancora chiuso nel suo antro, forse a disperdere gli accumuli natalizi. Un piccolo rimorso per chi questa mattina avrà dovuto provvedere a sistemare quel sanitario fuori sevizio di cui sopra, insomma…. chiedo scusa per quel mio…. Natale di bisogno…

Commenti, messaggi, solo nel guestbook   (link)

Il Natale di chi ha un bisogno…..ultima modifica: 2007-12-26T18:05:00+01:00da ilparra
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento