Ma chi è l’ultimo padrino?

Mi arriva una e-mail di un amica, hai visto ieri sera L’ultimo padrino? Che c..zzta. Stavo per rispondere mentre sopraggiunge l’SMS di uno sfegatato milanista: Ma chi è Pato!!! Visto che roba? Al che ho miscelato le risposte, secondo me l’ultimo padrino è Pato ho risposto ad entrambi, mal comune mezzo gaudio, vi pare? Mi sono reso conto che le cose si possono oramai perfettamente integrare tra loro, viviamo in una realtà liquida, come ci spiega Bauman, personalmente mi sembra di vederla perfettamente integrata in una tazzina di caffè. I rapporti umani sono sempre più perpetrati in piccoli sorsi, la tolleranza, la pazienza di ascoltare non dura mai più del tempo di un caffè. Siamo spesso avvinti all’ansia della precisione, tumefatti dal tempo di cui soffriamo gli spifferi. Nuotiamo, nuotiamo in questo liquido presente, a caccia di cose, situazioni, sempre più brevi, sempre più omogenee, i locali assomigliano sempre più al salotto di casa, così le vetrine dei negozi, quella di una gioielleria non è tanto diversa da una di un negozio di prodotti hi-tech. Tutto è sempre più indistinguibile, le democrazie dalle dittature, la tv commerciale da quella pubblica, i settimanali di cultura da quelli di gossip, i film d’essai da quelli di consumo, gli attori di teatro da quelli del Grande Fratello, le guardie dai ladri, gli orologi da muro da quelli da polso…. Esagero? Può darsi, del resto oramai l’unico modo per essere seri è quello di esagerare….

Commenti, messaggi, solo nel guestbook   (link)

 

Ma chi è l’ultimo padrino?ultima modifica: 2008-01-14T18:02:53+01:00da ilparra
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento