Uscite ingressi……

2094d0d44c46fb44dfb3742acd113934.jpgEscono i cervelli più importanti ed entrano branzini, sogliole, trote, merluzzi surgelati e tutto questo in una città nella quale occorre fornirsi di un ticket per mettere piede con la propria auto nel centro storico. Mi spiego…. leggevo di alcuni giovani e promettentissimi architetti milanesi che sono andati in Olanda a lavorare presso importanti studi, all’elenco si possono aggiungere ricercatori universitari, studiosi, armati di poderose lauree in materie scientifiche, che hanno fatto le valige per andare all’estero. Mentre…. è sufficiente entrare in qualsiasi supermercato, prestare la minima attenzione a quello che si mette nel carrello, per rendersi conto che le arance vengono dal Sudafrica, il pesce surgelato proviene dall’Oceano Indiano, l’olio dalla Tunisia… Esportiamo cervelli ed importiamo prodotti, quindi, perché non inscatolare quei cervelli e trattenerli da noi? Abbiamo stomaci poliglotti, il nostro apparato digerente non conosce barriere “gastrolinguistiche”, chissà se certi leghisti sanno che mentre si aizzano contro qualche extracomunitario magari hanno dentro di loro tossine esacerbate proprio da quelle terre. L’imperante confusione che c’è nelle nostre teste forse è anche per la cosmogonia di cibi che ingurgitiamo, oramai riusciamo a digerire la frutta concimata con i fertilizzanti del Paraguay, pensare che un tempo c’era chi avevo semplicemente le vertigini per fumare sigarette americane. Oggi tutto è sempre in viaggio, le merci esistono per essere spedite prima ancora che per essere consumate, non esistono più merci stanziali…. Oramai anche le olive sott’olio soffrono il jet leg….

Commenti, messaggi, solo nel guestbook   (link)

Uscite ingressi……ultima modifica: 2008-01-15T17:45:00+01:00da ilparra
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento