Ingrid Betancourt e l’indifferenza del mondo

2de6c33d15d709ec8eba29d72d7910df.jpgLe condizioni di Ingrid Betancourt sono molto gravi, dopo la liberazione di 4 ostaggi, anticipatomi per altro da Constanza Vieira nell’ intervista che mi ha dato nelle scorse settimane, sono stati gli ostaggi da poco liberati a testimoniarlo: Ingrid è prigioniera nella giungla e le sue condizioni sono molto gravi. Come si possano commettere simili atrocità non è dato saperlo e tutto questo nell’indifferenza o quasi della politica internazionale, delle istituzioni internazionali che manifestano la loro più totale incapacità ad intervenire. In Colombia avvengono simili atrocità, un numero imprecisato di esseri umani sono rapiti e tenuti in condizioni inumane e altrove tutto tace, si misura il fard di Hillary Clinton,  l’appeal di Obama, l’anello di Carla Bruni o le miserie della nostra campagna elettorale.  

repubblica

español: .ipsnoticias.net/    

guestbook 

Ingrid Betancourt e l’indifferenza del mondoultima modifica: 2008-02-28T13:00:00+01:00da ilparra
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento