Il controcaffé del rientro dalle vacanze

2134761845.jpgI rientri dalle vacanze si rappresentano spesso come tempo di bilanci, la itinerante politica dei bilanciamenti arriva giù giù, fino alla bilancia, giusto per vedere se il prodotto interno lordo del nostro corpo è aumentato o meno. Se l’economia italiana fosse comparabile alle pance degli italiani, bèh, potremmo anche essere fiduciosi, invece oramai l’ottimismo si disperde in tutte quelle flatulenze o scoreggine varie che assaggiano l’aria di prima mattina. Agosto moglie mia non ti conosco, soleva dire il barbuto Achille Campanile, per il sottoscritto è stato un Agosto tutto sommato felice, molto ciclistico avendo il suddetto pedalato tantissimo in tandem, il mezzo più “futurizzato” che esista. Sul mio personale breviario ho scritto che da quando sono scomparsi (o quasi) i tandem sono aumentati i divorzi, la dimensione della realtà è molto più ciclistica di quanto si creda. Le letture sono state le più varie, “Perché non possiamo non dirci mafiosi” di Alfio Caruso, “Il matematico impenitente” di Piergiorgio Odifreddi per finire un libro d’occasione, comprato su una bancarella al prezzo di 2 euro, anno 1978, 1668622345.JPG“Buon sangue italiano”, della serie delitti e detective del thrilling nostrano, per intenderci il noir prima della globalizzazione. Ho solo mancato di dire dove ho trascorso le vacanze, niente di personale, ma me lo tengo per me….. la verità è che abbiamo dovuto aggirare qualche pallosissima compagnia, facendo credere di andare al nord invece siamo andati al sud. Succede anche questo, giunto a questo punto del lavaggio della coscienza, oltre che appellarmi alla clemenza della corte, non posso che rigettare ai posteri l’ardua sentenza.

—————————————–

Messaggi solo nel guestbook

Il controcaffé del rientro dalle vacanzeultima modifica: 2008-09-11T18:06:00+02:00da ilparra
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento