Il paese dei balocchi o il paese degli allocchi….

italia-cartina-fisica-270x300.jpgGiunge da lontano questa domanda, dagli inferi di uno sfaccendato giorno. Che sarà mai l’Italia, un paese dei balocchi o il paese degli allocchi? Siamo il paese delle tante domande e delle poche risposte, un paese visibile nelle griffe, invisibile e digrignante per tutto il resto. Un paese sottosopra, confezionato in un barattolo di oleosi luoghi comuni, privato dall’essere se stesso, forse perché l’Italia non è mai stata Italia, è stata tutto e il contrario di tutto. Forse perché è un paese che non si sa schierare, facilmente identificabile, dove tutto è ammissibile, anche l’inammissibile. Abituata a vincere ciò per cui non è necessario convincere, vince i mondiali, perde la faccia agli europei, la coerenza con noi ha sempre un rimbalzo di troppo. Un passaggio di testimoni e di stagioni, dal calore per la dolce vita romana all’imbacuccarsi nei dolce vita Benetton, il tutto lavato e strizzato accuratamente in quel lungo fiume tranquillo dei tanti ricordi, in cui scorre lento e nauseabondo un sapere che si è fatto sapore per poi farsi sapone. Basta guardarsi attorno per accorgersi che in Italia se c’è una cosa che non manca mai è la schiuma….. 

Il paese dei balocchi o il paese degli allocchi….ultima modifica: 2010-02-16T16:34:00+01:00da ilparra
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento