La mafia dentro (3)

Anni fa, durante un periodo cupo della mia vita lavorativa mi è capitato di lavorare di notte, solo per questo è stato un periodo cupo….. La notte per molti è respingente, in realtà aiuta a vincere le nevrastenie della vita diurna, i rapporti di vicinato con le altre persone scavano qualche solco in più rispetto alla superficialità della vita lavorativa diurna. I discorsi che zampillano fuori raggiungono rapidamente temi sul vissuto, sul passato recente che ognuno di noi ha prodotto. Questo collega del sud Italia mi raccontava come da giovanissimo era arrivato a Milano da una regione del sud Italia. No, nessun viaggio in treno, nessuna valigia di cartone, bensì una Fiat Punto turbo diesel che gli era stata regalata da uno zio.  Sai, mio zio è uno che….  Insomma mi hai capito. Io giù avrei potuto fare qualsiasi cosa, ma ho preferito venire via, partire per Milano, però per farlo mi ci voleva una macchina, lui mi ha chiesto che macchina preferisci, e io ho scelto una Punto turbo diesel. Poi che hai fatto appena arrivato a Milano? Mi sono sistemato a casa di un cugino di mia madre. Anche lui un tipo come tuo zio? Nessuna risposta, mi ha solo sorriso, non gli ho chiesto altro, la notte si è più curiosi, ma non fessi del tutto.

La mafia dentro (3)ultima modifica: 2013-04-27T00:26:00+02:00da ilparra
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento