La mafia dentro (3)

Anni fa, durante un periodo cupo della mia vita lavorativa mi è capitato di lavorare di notte, solo per questo è stato un periodo cupo….. La notte per molti è respingente, in realtà aiuta a vincere le nevrastenie della vita diurna, i rapporti di vicinato con le altre persone scavano qualche solco in più rispetto …

More

La mafia dentro ( 2)

Ho sempre considerato i taxi una sorta di lettino dell’analista itinerante, la ristrettezza dello spazio e le immagini mutevoli che circondano il fluire del viaggio accrescono talvolta le conversazioni di quella profondità e franchezza che normalmente sono assenti. Così che un mio viaggio in Sicilia, 13 anni fa, decisi di farlo in taxi. Ricordo un …

More

La mafia dentro

Qualche mese fa in taxi a Valencia il tassista mi ha chiesto: lei che è italiano è più per la pizza o gli spaghetti? Una di quelle domande che mi ha strappato un sorriso, nonostante non fossi di un umore celestiale. Credo che per educazione abbia omesso la parola mafia, ma si sa, all’estero l’immagine …

More

Da Pif ad Achille Bonito Oliva, tutto fa arte

Se fino a un paio di anni fa qualcuno mi avesse domandato un’opinione sull’arte contemporanea, difficilmente il mio giudizio sarebbe andato oltre una ginnica alzata di spalle, poi ho scoperto che anche l’alzata di spalle a suo modo può essere una performance d’arte contemporanea. L’arte per me aveva sempre albergato nella preistoria dei ricordi scolastici, …

More

Il comico spodestato ( parte 3)

Il secondo viaggio neuronale naviga in prossimità di un artista, Antonio Rezza.  Il racconto che racconta se stesso, che fa il verso ad un racconto che racconta se stesso, che fa il verso ad un verso di un racconto.  Là dove esiste un’espressione, un suono, un gesto, c’è una traccia sensibile di Rezza. Asciutto nel fisico …

More

Il comico spodestato ( parte 2)

Il primo viaggio neuronale è nella comicità di Alessandro Bergonzoni   Sì, lo so….  chi me l’ha fatto fare….l’improntitudine di voler raccontare le traiettorie linguistiche di Alessandro Bergonzoni è un atto utopico soggetto a topiche. Sorvolare il suo dinamismo lessicale, le sodomizzazioni linguistiche attraverso le quali fa viaggiare il suo pubblico da se stesso all’ossesso …

More

Il comico spodestato

Partirò da questo assunto, secondo me l’arte di far ridere non appartiene più al comico televisivo e forse non solo televisivo. La comicità nella sua estensione catodica è diventata un semplice prodotto, la caratterizzazione è stata sostituita dalla confezione, le idee hanno smesso di avanzare, in quanto sono diventate esse stesse un avanzo di un …

More

Da Bignasca a Grillo la politica di peso – 2a parte

Grillo e Bignasca hanno tralasciato le chiacchiere monocordi e incolori della politica, si sono fatti loro stessi subalterni alla vecchia nomenclatura da giacca e cravatta, i loro look sono assolutamente scevri da qualunque attitudine narcisistica. Basta la loro presenza per abbracciare l’astante pubblico della piazza che cerca solo un conforto caritatevole non di argomenti ma …

More